I libri preferiti dalle celeb

Ognuno di noi ha un libro del cuore. E così accade anche per le persone famose. Listal.com ha stilato la Celebrities’ favourite books che vi riportiamo oggi, con i titoli nella versione italiana:

– Stephen King: Il signore delle mosche di William Golding

– Benedict Cumberbatch: Il giovane Holden di J. D. Salinger

– Paul Newman: L’invenzione della bomba atomica. 6 agosto 1945: l’inizio di una nuova era di Richard Rhodes

– Michael Caine: La fonte meravigliosa di Ayn Rand

– Kate Winslet: Teresa Raquin di Emile Zola

– Kevin Spacey: Lettere a un giovane poeta di Rainer Maria Rilke

– Steven Spielberg: L’ultimo dei Mohicani di James Fenimore Cooper

– Natalie Portman: Diario di Anna Frank

– Denzel Washington: Siddhartha di Herman Hesse

– Tom Hanks: A sangue freddo di Truman Capote

– Anne Hathaway: Il giardino segreto di Frances Hodgson Burnett

– Emma Thompson: Odissea di Omero

– Jim Carrey: Delitto e castigo di Fëdor Dostoevskij

– Nicole Kidman: Le cronache di Narnia di C. S. Lewis

– Will Smith: L’alchimista di Paulo Coelho

– Keira Knightley: Orgoglio e pregiudizio di Jane Austen

– Matt Damon: Storia del popolo americano dal 1492 a oggi di Howard Zinn

– Christina Ricci: La fonte meravigliosa di Ayn Rand

– Abigail Breslin: Anna dai capelli rossi di Lucy Maud Montgomery

– Martin Sheen: I fratelli Karamazov di Fëdor Dostoevskij

– Winona Ryder: Il giovane Holden di J. D. Salinger

– Catherine Zeta-Jones: Il grande Gatsby di Francis Scott Fitzgerald

– Drew Barrymore: Uno psicologo nei lager di Viktor E Frankl

– Mel Gibson: Fahrenheit 451 di Ray Bradbury

– Chevy Chase: Moby Dick di Herman Melville

– Bette Midler: Le avventure di Alice nel Paese delle Meraviglie di Lewis Carroll

– Brooke Shields: Le ore di Michael Cunningham

– Daniel Radcliffe: Il Maestro e Margherita di Michail Bulgakov

– Megan Fox: Il collezionista di James Patterson

– Kate Moss: Belli e dannati di Francis Scott Fitzgerald

– Alec Baldwin: Il buio oltre la siepe di Harper Lee

– Haley Joel Osment: Il Signore degli Anelli di J. R. R. Tolkien

– Owen Wilson: Le avventure di Huckleberry Finn di Mark Twain

– Kristen Stewart: La valle dell’Eden di John Steinbeck

– Lady Gaga: Lettere a un giovane poeta di Rainer Maria Rilke

Lindsay Lohan: In un milione di piccoli pezzi di James Frey

Teorie cinematografiche: Harry Potter ha immaginato tutto il mondo di Hogwarts

Amo il cinema e impazzisco per le teorie cinematografiche che “vedono” nei film storie alternative. Oggi ho scoperto un’inquietante teoria sui film di Harry Potter. Ricordate Harry Potter e la pietra filosofale? All’inizio vediamo Harry nella casa degli zii e del cugino: viene trattato male ed è costretto a dormire nel sottoscala. Un incubo. Poi la sua vita cambia completamente con l’arrivo di Hagrid che gli apre le porte di un mondo completamente nuovo e… magico.

La teoria? Harry non si è mai spostato dalla casa della famiglia Dursley. Lui non è un maghetto e il mondo di Hogwarts non esiste. Si è inventato tutto per sopportare la sua situazione. Una realtà alternativa dove ha amici, è diventato l’eroe ed è anche in grado di fronteggiare il malefico Lord Voldemort. Ehi Harry, che immaginazione!

Caravan Camera: quando una roulotte diventa una gigantesca macchina fotografica

Il fotografo Brendan Barry ama così tanto il suo lavoro che ha deciso di fare le cose in grande! Ha acquistato online una vecchia e rovinata roulotte per 170 euro e poi, con pazienza e dedizione, l’ha trasformata in un’enorme macchina fotografica che ha chiamato Caravan Camera. La macchina fotografica è funzionante e, con un particolare obiettivo al suo interno, è in grado di realizzare fantastiche foto ai passanti che vogliono un ritratto tutto speciale.

Perché si apre la bocca quando si mette il mascara?

Ci hai fatto caso? Quando ti trucchi e metti il mascara tendi ad aprire la bocca. Non c’è una risposta certa, ma un paio di teorie.

1. Il muscolo principalmente responsabile dell’apertura (e della chiusura) della bocca è il pterigoideo laterale, collegato in qualche modo al nervo trigemino. Le palpebre, invece, sono controllate dal nervo oculomotore. La teoria è che questi due nervi, essendo molto vicini, durante certi movimenti si “incrocino”.

2. La seconda teoria è che aprendo la bocca si allunga la pelle del viso per creare una superficie più robusta per il trucco.

Ora vado in bagno e provo a mettere il mascara senza aprire la bocca. Provate anche voi! Ci riuscite?

Il fantastico incontro tra il fotografo Steven Kazlowski e un orso polare

Alaska 2013: il fotografo Steven Kazlowski è sulla sua jeep, sta cercando orsi per i suoi reportage ma mai si sarebbe aspettato un incontro del genere. Un orso di 2 metri si avvicina con calma al veicolo e lo controlla attentamente, entrando anche nella parte posteriore. Probabilmente non c’era niente di interessante. E se ne è andato. O forse era tutto in ordine e l’orso era soddisfatto. Un ottimo controllo, bravo.

Coloring Corruption: quando gli adulti colorano i libri per bambini

I libri da colorare sono ormai un must anche per gli adulti ma esiste anche una versione “alternativa” chiamata Coloring Corruption, cioè libri da colorare per bambini ritoccati dai grandi. Ed ecco gli spassosi risultati. Ok, ora lo voglio fare anch’io! Pastelli a me!

6 libri recenti consigliati da Stephen King

BookBubBlog ha raccolto una serie di libri consigliati da Stephen King ed eccoci qui a proporvi 6 titoli della versione italiana. La trama è presa da Amazon, dove trovate tutti i libri citati.

La vedova di Fiona Barton: Lo hanno visto tutti, il mostro, sbattuto in tv e sulle prime pagine dei giornali. Era accusato di un crimine raccapricciante, ma adesso che è morto, la verità finirà sepolta con lui. A meno che Jean, la vedova, la moglie devota che gli è sempre stata a fianco in tribunale, non si decida a parlare. A meno che Jean alla fine non decida di raccontare la sua storia.

Stephen King: “Se avete amato La ragazza del treno dovete leggere La vedova. Avvincente”.

Caro signor M. di Herman Koch: Il signor M. (…) ha scritto un libro di grande successo, Resa dei conti, l’unico suo basato su fatti realmente accaduti, ma ignora che, proprio in virtù di quell’opera, è spiato, osservato, misurato nei suoi passi, scrutato nei suoi gesti. Non sa che qualcuno gli rinfrescherà la memoria sugli eventi da lui narrati, cominciando da quel giorno di molti anni addietro in cui, al seguito di una strana moria di insegnanti, Jan Landzaat, il professore più amato di tutti al liceo Spinoza, scomparve.

Stephen King: “”Herman Koch sta rapidamente diventando uno dei miei scrittori preferiti”.

La ferrovia sotterranea di Colson Whitehead: Nella Georgia della prima metà dell’Ottocento, la giovane schiava nera Cora decide di tentare la fuga dalla piantagione di cotone in cui vive in condizioni disumane, e insieme all’amico Caesar comincia un arduo viaggio verso il Nord e la libertà. Servendosi di una misteriosa ferrovia sotterranea, Cora fa tappa in vari stati del Sud dove la persecuzione dei neri prende forme diverse e altrettanto raccapriccianti. Aiutata da improbabili alleati e inseguita da uno spietato cacciatore di taglie, riuscirà a guadagnarsi la salvezza?

Stephen King: “Fantastico romanzo di fuga, sacrificio e redenzione”.

Dietro i suoi occhi di Sarah Pinborough: Louise vorrebbe dire ad Adele tutta la verità, anche se si sono appena conosciute. (…) Louise vorrebbe dirle che quella sera, al bar, quando è entrato quell’uomo, lei ha provato qualcosa che, nella sua vita di madre single, non provava da tempo. Vorrebbe dire ad Adele che le dispiace di averlo baciato. E che non poteva sapere che quell’uomo era suo marito. Anche Adele ha i suoi segreti. Non fa parola della nuova amica con David. E nasconde a Louise ciò che accade quando, nella loro splendida casa nel cuore di Londra, lei e il marito sono finalmente soli dietro porte chiuse. Così come ogni giorno, da anni, Adele nasconde a tutti quello che accade nella sua mente. Là dove nessuno può spiarla.

Stephen King: “Assolutamente da leggere. E maledettamente geniale”.

Final Girls: Le sopravvissute di Riley Sager: Si chiamano Quincy, Samantha e Lisa. Tre ragazze molto diverse, che hanno una sola cosa in comune: sono le uniche sopravvissute a tre orribili massacri. Non si sono mai incontrate, ma la stampa le ha riunite sotto lo stesso nome: Final Girls.

Stephen King: “Il primo grande thriller del 2017”.

Il Nix di Nathan Hill: Quando aveva nove anni, a Samuel la madre raccontò la leggenda norvegese del Nix: uno spirito che può assumere forme diverse e che ogni tanto appare con le sembianze di un grande cavallo bianco per rapire i bambini. Chicago 2011. Samuel alla soglia dei quarant’anni non sa ancora dire quando lo spirito del Nix gli abbia rovinato l’esistenza. Insegna letteratura inglese al college, di notte è schiavo di un gioco di ruolo online ma i piani erano stati altri: doveva diventare uno scrittore di successo. Poi una voce al telefono cambia il suo destino. Un avvocato lo convoca perché risulta essere il figlio della donna che ha lanciato una manciata di sassi contro il candidato repubblicano alla presidenza; un fatto minimo, che già infiamma tutti i media nazionali. Il punto è che Samuel non vede la madre Faye dal giorno lontano in cui lei abbandonò all’improvviso la famiglia. È esattamente questo il momento di fare i conti con quello strappo: cosa e chi avevano spinto Faye a partecipare ai movimenti di protesta del ’68? Come ha vissuto Samuel gli anni della sua assenza?

Stephen King: “Sto leggendo The Nix di Nathan Hill. Ho appena iniziato, ma finora mi fa ridere in modo isterico”.