Leonid Rogozov: la storia del chirurgo che si è operato da solo di appendicite

Hai visto Cast Away? Ti ricordi quando Chuck (Tom Hanks) deve togliersi il dente che gli ha provocato un pericoloso e doloroso ascesso? Tanto male solo a ricordare la scena. Bene, ora pensa di essere in Antartide, bloccato in una base russa e di avere un attacco di appendicite acuta! Beh, ci sarà un medico no? Non manderanno certo la Sesta Spedizione Antartica Sovietica senza medico no!? Certo che no, il problema è che il medico sei tu! E se ora vuoi sopravvivere devi operarti. Da solo.

È quello che è successo al dottor Leonid Rogozov, nel 1961, mentre si trovava in Antartide con altri 13 ricercatori alla Stazione Novolazarevskaya. Aveva 27 anni e un giorno si rese conto di avere tutti i sintomi di un’appendicite acuta. Doveva essere operato urgentemente ma una tempesta di neve rendeva impossibile il trasporto in un’altra base e giunse all’estrema conclusione: operarsi da solo. Dal suo diario il giorno dell’intervento:

“Non ho dormito la scorsa notte. Fa male come il diavolo! Una tempesta di neve mi frullava nell’anima, piangendo come cento sciacalli. Ancora nessun sintomo evidente che la perforazione sia imminente, ma una sensazione opprimente di presagio incombe su di me… Questo è… Devo pensare all’unica via d’uscita possibile: operarmi da solo… È quasi impossibile… ma non posso semplicemente incrociare le braccia e arrendermi”.

Rogozov iniziò l’operazione il 30 aprile del 1961 verso le 22 e concluse a mezzanotte, fermandosi ogni 5 minuti per qualche secondo per contrastare debolezza e vertigini. Venne aiutato dagli altri ricercatori che gli passavano gli strumenti chirurgici, somministravano antibiotici e gli posizionarono uno specchio per vedere meglio come procedere. L’intervento si concluse brillantemente e dopo 2 settimane Rogozov tornò al lavoro. Dal suo diario:

“Ho lavorato senza guanti. Era difficile vedere. Lo specchio aiuta, ma ostacola anche, dopo tutto mostra le cose al contrario. Ho usato principalmente il tatto. L’emorragia è stata piuttosto pesante. Ogni 4-5 minuti dovevo riposare per 20-25 secondi. Finalmente, eccola, l’appendice maledetta! Con orrore ho notato una macchia scura alla base. Ciò significa che solo un giorno in più e sarebbe scoppiata e…”

La foto del dottor Leonid Rogozov mentre si opera da solo ha fatto, giustamente, il giro del mondo.

Indovina le serie tv dai poster minimal

Oggi giochiamo con le serie tv grazie ai lavori dei designer Eurydyka Kata e Rafał Szczawiński che hanno sintetizzato (è proprio il caso di usare questo termine) alcune serie televisive con 3 elementi ciascuna. Ne abbiamo scelte 8. Riuscite a indovinarle tutte? Se avete difficoltà cliccate su ogni poster e salvate l’immagine: troverete la soluzione. Buon divertimento!

L’uomo vitruviano di Leonardo da Vinci diventa un’action figure

Shut Up And Take My Money: è il caso di dirlo. Come si fa a resistere all’action figure del mitico Uomo Vitruviano di Leonardo Da Vinci? Non si può.

L’omino fa parte di The Table Museum, una serie di figure basate su famose opere d’arte. Ovviamente L’Uomo Vitruviano ha diversi punti articolati, ottimamente proporzionato (ehi, parliamo di Leonardo eh!) ed è consegnato con un pannello speciale per ricreare l’effetto completo del disegno originale. È incluso un supporto che consente di collocarlo in varie pose.

In vendita su 1999 per circa 50 dollari.

Il disegno dell’Uomo Vitruviano (34×24 cm, inchiostro e penna su carta) è visibile nelle Gallerie dell’Accademia di Venezia, ed è stato realizzato nel 1490.